Abbiamo cambiato casa………..

Questo blog non è più in funzione continuate a seguirci nel nostro nuovo blog all’indirizzo http://www.unaltrasesto.org/

2013 in review

The WordPress.com stats helper monkeys prepared a 2013 annual report for this blog.

Here’s an excerpt:

Un treno della metropolitana di New York contiene 1.200 persone. Questo blog è stato visitato circa 4.300 volte nel 2013. Se fosse un treno della metropolitana di New York servirebbero 4 viaggi per portare tutte queste persone.

Click qui per vedere il report completo.

Mirko Tutino risponde alla nostra lettera invito a sostegno della manifestazione di sabato 7 dicembre 2013 contro l’inceneritore di Sesto Fiorentino.

01-cartolina-civoti-tutino-vertrisposta_Tutino

Il nostro invito a Mirko Tutino, testimonial per l’Ambiente per “CIVATI Segretario”, a sostenere la manifestazione di sabato 7 dicembre 2013 contro l’inceneritore di Sesto Fiorentino

01-cartolina-civoti-tutino-vertInvito_a_Mirko_Page_1Invito_a_Mirko_Page_2Piattaforma_manifestazione_7-12-2013.pdf

Per_la_dignità_dei_cittadini.pdf

L’Unità 1 novembre 2013: Rifiuti zero: si può fare!

articolo… ora lo dice anche l’Unità…

Ben venga il cambiamento, ora però tocca alla Piana!

Riportiamo la notizia di questi due prossimi eventi chiantigiani.In coda potete leggere il commento di Lucia Carlesi, ex Consigliera Comunale della Lista Per un’altra San Casciano – Rifondazione Comunista, all’iniziativa di sabato 9 novembre “Rifiuti Zero” nel Chianti, l’unica direzione possibile.

2013-11-10-biomercatino-pozzolatico

Due giornate di dibattiti e incontri all’interno del 14°appuntamento del bio-mercatino Mangiasano a Pozzolatico:
·     Sabato 9 Novembre 2013 ore 16:00:
“Rifiuti Zero” nel Chianti, l’unica direzione possibile!
·     Domenica 10 novembre 2013 ore 16:00:
“Terra Bene Comune”, sì alla custodia dei beni comuni&ad un uso responsabile da parte di tutti !

I dibattiti organizzati tra i sindaci del Chianti Fiorentino sul tema “Rifiuti Zero” nel Chianti, il sabato, e  “Terra Bene Comune”, sulla custodia dei beni comuni, di domenica, sono due temi di grandissimo interesse ed attualità per il nostro territorio.La manifestazione vedrà tra i partecipanti i sindaci di Impruneta, Bagno a Ripoli, Greve, Tavarnelle e San Casciano e Montespertoli , molti promotori della legge “Rifiuti Zero”, del movimento Medicina Democratica Firenze e del Movimento per la Decrescita Felice.
Ci collegheremo in teleconferenza a Barcellona conRossano Ercolini, direttore del Centro Ricerca Rifiuti Zero di Capannori e presidente di Zero Waste Europe, vincitore del Goldman Environmental Prize <http://www.goldmanprize.org/> 2013.

La domenica sono stati invitati al dibattito su “ Terra Bene Comune” il sindaco di Impruneta Alessio Calamandrei, esperti di Navdanya International, di Agricoltura Biologica, Biodinamica e Permacultura.
Saranno inoltre presenti i nostri contadini e i promotori del Movimento “Terrabenecomune” Firenze.
Nel file allegato le informazioni più dettagliate sull’evento

Per info  Scarica il comunicato stampa contenente tutti i dettagli della due giorni e soprattutto ricordati di partecipare! ;-)

Eva Eisenreich
in nome dell’organizzazione del bio-mercatino “Mangiasano”
VAS-Onlus, GAS Le Rose, GAS di Impruneta, GAS di Strada in Chianti, Gasluzzo

G.A.S. Le Rose
eva eisenreich
ufficio 055 2313743
fax 055 2011448
cell 335 6262064

Lucia Carlesi commenta…….Bene bene, ma ve li ricordate, solo pochi mesi fa, i sindaci di Bagno a Ripoli, Impruneta, San Casciano e Tavarnelle quando lanciarono l’anatema contro Greve? San Casciano, ad onor del vero, era il paladino assoluto della crociata contro in sindaco dissidente che non voleva l’inceneritore a Testi…Possiamo anche ricordare l’Amministrazione di San Casciano che nel 2011 ha respinto un odg in consiglio comunale con il quale si proponeva l’adesione a Rifiuti Zero….Hanno cambiato idea? Benissimo, apriamo un confronto e il dibattito, ma ad ognuno le proprie responsabilità e poi, se questo non è bieco trasformismo politico, si esprimano su tutto, non solo sul restyling dei cassonetti…troppo comodo mi pare…potrebbero ad esempio dare un giudizio critico sul piano regionale in fase di approvazione, esprimere solidarietà alle popolazioni della Piana e della Rufina, visto che lì gli inceneritori sono confermati…solo così potrebbero dimostrare onestà intellettuale e politica e sinceramente la considero un’ipotesi lontana.
Lucia

Ignazio Marino Sindaco di Roma dice NO agli INCENERITORI e apre alla Strategia per Rifiuti Zero, sull’esempio di San Francisco.

“..Bisognerà fare un inceneritore?

Assolutamente no! Quello sono le tecnologie del passato.

Abbiamo convocato i più grandi esperti del mondo, qualche giorno fa è venuto Jack Macy da San Francisco, sono venuti esperti da Israele e Londra.

Per fare cosa?

Per fare esattamente quello che stiamo programmando cioè noi separeremo tutto e riutilizzeremo e venderemo tutto, carta,cartone,ferro, plastica verranno venduti.. addirittura in California si crea dall’organico un concime  che viene ordinato da chi ha un vigneto e vuole quel concime specifico e lo paga tanti soldi. Insomma i rifiuti da problema, diventeranno a Roma una opportunità, opportunità di lavoro e di economia..”

                                                       ———

Siamo pienamente d’accordo con Ignazio Marino Sindaco di Roma: “gli inceneritori sono le tecnologie del passato”.

E’ chiaro che ora non c’è più nessun pretesto per imporre alla Piana l’inceneritore di Case Passerini e alcun motivo per esporre ad un rischio certo (ed inutile), la salute di centinaia di migliaia di cittadini!

La Piana non deve essere “la discarica e l’inceneritore di Firenze” perché Amministratori poco illuminati hanno deciso così.

La Piana si merita invece uno sviluppo pulito e aperto alle “opportunità di lavoro e di economia” che derivano da scelte moderne sulla sostenibilità ambientale come la Strategia per Rifiuti Zero che intelligentemente anche Roma sta abbracciando.  

Tocca ora al Sindaco di Firenze Matteo Renzi, che anche da Presidente della Provincia è stato il più attivo fautore della via dell’incenerimento,   ed ai suoi colleghi della Piana,  avere il coraggio di dire le stesse cose ragionevoli e “moderne” del Sindaco di Roma.

                                             Lista civica    Un’altra Sesto è possibile